top of page
Search

Biscotti di Natale islandesi, la ricetta dei Sarah Bernhardt.

Avete sentito parlare dei biscotti Sara Bernhardt? Questi buonissimi biscotti sono tra i preferiti degli islandesi nel periodo natalizio.. Seguendo questa semplice ricetta potrete farli anche voi e portare in tavola un po' d'Islanda a Natale.

Aurora boreale nel sud dell'Islanda

Tra le tante tradizioni natalizie islandesi, quella di ritrovarsi per preparare insieme dolcetti e biscotti di Natale è forse una delle più belle e sentite, sicuramente una delle mie preferite.

Tra i biscotti più tipici del Natale in Islanda ci sono i biscotti Sarah Bernhardt, che gli islandesi chiamano “Sörur”, biscotti con una base di meringa, un ripieno di crema al burro e una copertura di cioccolato fondente… tutto fuorché dietetici insomma!


Nonostante siano molto diffusi e apprezzati in Islanda, questi deliziosi biscotti hanno origini danesi. Sembra infatti che un pasticcere danese li abbia creati nel 1911 in onore dell’allora famosa attrice di teatro francese Sarah Bernhardt in visita a Copenhagen per la pubblicazione della sua autobiografia.

Non so se questi biscotti siano così amati anche in Danimarca, ma gli islandesi li adorano, soprattutto a Nalale! Si trovano nelle pasticcerie e nei caffè (a volte anche in altri periodi dell'anno), ma è tradizione riunirsi insieme a vari membri della famiglia e farli insieme nel periodo che precede il Natale.


Una piccola curiosità: c'è anche chi fa i sörur in casa per poi venderli online. Di questo si è parlato molto in Islanda quest'anno, in quanto secondo la legge questa pratica non è ammessa. Si possono vendere sörur fatti in casa solo se il ricavato va in beneficienza (per esempio, alla squadra di calcio dei bambini o a qualche associazione) altrimenti non è legale vendere i biscotti prodotti in casa.


Esistono diverse varianti di questi buonissimi biscotti, la ricetta che vi propongo io è la ricetta di famiglia della madre del mio vichingo Hjalti. Essendo questo il mio primo Natale islandese, sono stata coinvolta in tutte le tradizionali attività natalizie della famiglia, inclusa la preparazione dei sörur.


In una sera., io, Hjalti e sua mamma Ólöf ne abbiamo preparati circa 350. La ricetta che vi propongo è per circa un centinaio di biscotti, a seconda della grandezza.

I Sarah Bernhardt/sörur sono un po’ elaborati ma non particolarmente complicati, e farete sicuramente un figurone presentandoli in tavola durante le festività natalizie.

Una volta preparati, si conservano benissimo nel congelatore quindi non preoccupatevi se ne fate troppi e non riuscite a mangiarli tutti!

La ricetta dei biscotti Sarah Bernhardt (Sörur), i biscotti di Natale più amati dagli islandesi


Ingredienti per circa 100 biscotti.


Per le meringhe:

130 g di nocciole

130 g di mandorle

230 g di zucchero a velo

4 albumi


Per la crema:

120 g di zucchero

100 ml di acqua

4 tuorli d’uovo

Un cucchiaio abbondante di cacao in polvere

Mezzo cucchiaino di caffè solubile sciolto in poca acqua

260 g di burro a temperatura ambiente


Per la copertura:

Circa 400 g di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria


Procedimento


1) Per preparare le meringhe:

In un tritatutto, tritate finemente mandorle e nocciole insieme allo zucchero a velo. Potete usare mandorle e nocciole spellate o con la pelle, non cambia nulla se non il colore finale delle meringhe. A parte, montate a neve ben ferma gli albumi e incorporateli piano piano nel composto di mandorle, nocciole e zucchero a velo, facendo attenzione a non smontarli. Aggiungete gli albumi pochi alla volta ed evitate che il composto diventi troppo molle. Secondo Ólöf, il composto è pronto se, infilandoci un cucchiaio di legno, il cucchiaio resta in piedi per almeno qualche secondo.

A questo punto, con l’aiuto di due cucchiai (o con una sac a poche) fate dei mucchietti di composto su una teglia ricoperta di carta da forno. Noi li abbiamo fatti con un diametro di circa 3-4 cm ma non ci sono regole precise e poteta farli più grandi o più piccoli, come preferite.

Infornate poi in forno preriscaldato a 180°C per circa 11-13 minuti e, una volta cotti. lasciateli raffreddare.


2) Per preparare la crema:

In una planetaria, montate i tuorli a velocità media per almeno 15-20 minuti. Nel frattempo preparate lo sciroppo di zucchero: in un pentolino, mettete acqua e zucchero, portate a ebollizione, e fate bollire lo sciroppo per circa 5 minuti. Una volta pronto, versate lo sciroppo a filo nella planetaria dove avete montato i tuorli d’uovo e continuate a montare a velocità media per incorporare bene lo sciroppo.

Continuando a montare, aggiungete poco alla volta il burro a temperatura ambiente, il caffè e il cacao in polvere. Montate il composto per almeno altri 10-15 minuti, in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti. La crema risulterà abbastanza densa.

Una volta pronta, la crema va lasciata raffreddare in frigorifero per almeno un’ora.

3) Per assemblare i biscotti:

Prendete le vostre meringhe completamente raffreddate e la crema e procedete ad assemblare i biscotti. Disponete circa un cucchiaino da tè di crema sul lato piatto di ogni meringa formando una piccola montagnetta di forma conica.

Mettete i biscotti farciti nel congelatore per almeno mezz’ora.

Una volta freddi e ben solidificati, togliete i biscotti dal congelatore e, con l’aiuto di una pinza, immergete i biscotti nel cioccolato in modo da ricoprire solo la parte con la crema e riponete di nuovo nel congelatore.

I biscotti si possono conservare nel congelatore per circa un mese ma sono così buoni che sicuramente dureranno pochissimo!

Per gustarli al meglio, tirateli fuori dal congelatore 5-10 minuti prima di servirli.


Elaborati ma semplici e buonissimi biscotti ipercalorici, i sörur non mancano mai nelle case degli islandesi a Natale. Con questa semplice ricetta potrete farli anche voi e portare un po’ di sapori d'Islanda nelle vostre case a Natale e e tutto l'anno!


Provateli e fatemi sapere nei commenti se vi sono piaciuti!


Buon Natale e buona mangiata a tutti!



Recent Posts

See All

留言


bottom of page